Terremoto Gargano 21 gennaio 2020: scosse, magnitudo ed epicentro

Pubblicato il 21 Gennaio 2020 alle 15:59 Autore: Guglielmo Sano

Terremoto Gargano: una scossa di magnitudo 3.6 si è verificata alle 4 e 24 del mattino di martedì 21 gennaio 2020 in provincia di Foggia

Crepe nel terreno
Terremoto Gargano 21 gennaio 2020: scosse, magnitudo ed epicentro

Terremoto Gargano: una scossa di magnitudo 3.6 si è verificata alle 4 e 24 del mattino di martedì 21 gennaio 2020 in provincia di Foggia. L’epicentro del sisma è stato localizzato nei pressi dei paesi di Carpino, Cagnano Varano e Ischitella, ad una profondità di 20 chilometri.

Terremoto Gargano: scossa nella notte in provincia di Foggia

La scossa avvenuta nella notte è stata avvertita distintamente, a quanto riferiscono le testimonianze, in tutta la provincia di Foggia ma anche in quella di Barletta-Andria-Trani tra San Ferdinando e Trinitapoli per quello che è dato sapere al momento. Il sisma è avvenuto precisamente a 4 chilometri dal paese di Carpino – gli altri paesi più vicini all’epicentro sono Cagnano Varano e Ischitella – ma è stato percepito “in tutta la zona garganica da Manfredonia a Vieste” ha detto all’AdnKronos Salvatore Stramondo, direttore dell’Osservatorio nazionale terremoti dell’INGV.

Terremoto Calabria 17 gennaio 2020: scosse, magnitudo e danni

Solo due telefonate ai Vigili del Fuoco

D’altra parte, “ci sono segnalazioni anche più a sud, a Canosa di Puglia” ha poi aggiunto sempre Stramondo. In effetti, almeno guardando ai social, anche la cittadinanza dell’Alto Tavoliere e in misura minore quella del Basso tavoliere ha chiaramente avvertito la scossa. Detto ciò, sono state soltanto due le telefonate giunte ai Vigili del fuoco, riferisce sempre l’agenzia di stampa, mentre le segnalazioni cittadini giunte sul sito dell’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia haisentitoilterremoto.it sono state 145.

Terremoto Puglia 8 gennaio 2020: scuole evacuate e magnitudo scossa

Attività sismica nella norma

“L’evento è stato quindi percepito dalla popolazione ma la magnitudo è modesta” ha sottolineato Stramondo, precisando anche come la scossa “rientra nella sismicità di base del nostro Paese, ne abbiamo molte simili ogni anno” e, in particolare, sul Gargano “dal 1985 ad oggi abbiamo avuto numerosi sismi di magnitudo simile”. Nessuna particolare preoccupazione insomma: in molti comuni della zona sono in corso i controlli, tuttavia, non sembrano esserci danni alle abitazioni private così come agli edifici pubblici; l’attività delle scuole ha proseguito regolarmente.

Filippine: erutta il vulcano Taal. Evacuazioni e paura

Segui Termometro Politico su Google News

Hai suggerimenti o correzioni da proporre?
Scrivici a
[email protected]

L'autore: Guglielmo Sano

Nato nel 1989 a Palermo, si laurea in Filosofia della conoscenza e della comunicazione per poi proseguire i suoi studi in Scienze filosofiche a Bologna. Giornalista pubblicista dal 2018 (Odg Sicilia), si occupa principalmente di politica e attualità. Cura la sezione esteri per Termometro Politico
Tutti gli articoli di Guglielmo Sano →