Governo ultime notizie: Renzi “Italia viva pronta a tirarsi indietro”

Pubblicato il 21 Febbraio 2020 alle 17:55
Aggiornato il: 29 Febbraio 2020 alle 17:08
Autore: Giuseppe Spadaro

Governo ultime notizie: il leader di Italia Viva scopre le carte: ho chiesto un incontro a Conte, faremo le nostre proposte pronti al passo indietro.

Matteo Renzi durante una iniziativa pubblica
Governo ultime notizie: Renzi “Italia viva pronta a tirarsi indietro”

Governo ultime notizie – Le ultime settimane hanno marcato una distanza, sempre maggiore, tra le posizioni dell’esecutivo rappresentato dal presidente del Consiglio Giuseppe Conte su vari temi come ad esempio la prescrizione e la formazione politica guidata da Matteo Renzi Italia Viva. Lo strappo definitivo non c’è ma si moltiplicano le avvisaglie. Un segnale evidente è dato dalla assenza dal Consiglio dei Ministri della delegazione della stessa Italia Viva.

Governo ultime notizie, Renzi: ho chiesto incontro a Conte

Ha provato a mettere le cose in chiaro, con un post dalla sua pagina Facebook, Matteo Renzi che ha anche elencato i punti su cui intende confrontarsi col governo ed in particolare con Conte. Ecco le parole di Renzi. “Ho chiesto un incontro al Premier. Nei giorni scorsi Conte si è rivolto con toni molto duri nei nostri confronti. E noi abbiamo risposto con decisione. E tuttavia ho fatto io il primo passo, vincendo l’orgoglio personale, perché la serietà viene prima delle ripicche personali. Ho chiesto di vederlo perché la partita si giochi in modo trasparente e diretto. E ho molto apprezzato il fatto che il Premier abbia comunicato di voler recarsi poi in Parlamento per proporre in quella sede l’Agenda 2023. Bene così: trasparenza. Qui del resto non si gioca una partita personale, di simpatia o antipatia”.

I temi posti da Italia Viva

Governo ultime notizie – Sono 4, come scrive lo stesso Renzi, i temi posti sul tavolo. “Non chiediamo nomine o sottosegretariati: chiediamo che ascoltino (anche) le nostre idee. “Noi abbiamo messo sul tavolo 4 grandi temi. Sblocchiamo con i commissari i cantieri fermati dalla burocrazia. Eliminiamo o modifichiamo il reddito di cittadinanza che non funziona Lavoriamo per una Giustizia Giusta, per i diritti e contro il populismo giustizialista. Cambiamo le regole insieme per eleggere il Sindaco d’Italia dando cinque anni di stabilità al Governo. Se il Premier riterrà che su queste cose si possa trovare un buon compromesso, noi ci saremo. Se il Premier riterrà di respingere le nostre idee, faremo senza polemiche un passo indietro, magari a beneficio dei cd. responsabili. Dentro o fuori non è una questione di tattica, ma di contenuti. Se sui contenuti siamo d’accordo, si sta dentro. Se sui contenuti siamo lontani, è giusto che tocchi ad altri. Con una parola: noi facciamo politica, non populismo”.

Sinora Conte ha sempre evitato lo scontro frontale con un atteggiamento che ha dato l’idea che abbia tutta l’intenzione di voler smorzare le polemiche. Sarà interessante capire quali saranno le prossime mosse del presidente del Consiglio e soprattutto se troverà il modo per ricucire con Renzi sul piano delle azioni da intraprendere col suo esecutivo che ricordiamo è composto da una maggioranza di cui fanno parte, oltre ad Italia Viva, anche Movimento 5 Stelle, Partito Democratico e Liberi e Uguali.

Segui Termometro Politico su Google News

Hai suggerimenti o correzioni da proporre?
Scrivici a
redazione@termometropolitico.it

L'autore: Giuseppe Spadaro

Direttore Responsabile di Termometro Politico. Iscritto all'Ordine dei Giornalisti (Tessera n. 149305) Nato a Barletta, mi sono laureato in Comunicazione Politica e Sociale presso l'Università degli Studi di Milano. Da sempre interessato ai temi sociali e politici ho trasformato la mia passione per la scrittura (e la lettura) nel mio mestiere che coltivo insieme all'amore per il mare e alla musica.
Tutti gli articoli di Giuseppe Spadaro →