Mutuo casa dicembre 2018: tasso fisso e variabile, le simulazioni

Mutuo casa dicembre 2018: tasso fisso e variabile, le simulazioni Tassi mutuo dicembre 2018 e simulazione Quando si pensa di aprire un mutuo casa le parole che vengono di seguito impongono una scelta: tasso fisso o tasso variabile? Entrambi hanno i loro punti di forza e svantaggi, ma molto dipende dal periodo storico in cui si vive. Riassumendo potremmo definire il tasso fisso una certezza costante nel tempo, e il tasso variabile un rischio che oggi può essere vantaggioso e più conveniente e domani meno. E forse è proprio per questa natura mutevole del tasso variabile che il tasso fisso risulta essere tra le opzioni preferite dagli italiani. Mutuo casa: tasso fisso o variabile, qual è meglio? Stando a recenti rilevazioni da parte dell’Osservatorio di Mutuionline riportate dal Sole 24 Ore, infatti, i mutui a tasso fisso rappresentano l’89% delle nuove erogazioni, con il 92% registrato per le operazioni di surroga. Nonostante ancora oggi le condizioni di accensione di un mutuo a tasso variabile appaiano vantaggiose (tra i 20 e 30 anni il costo si aggira allo 0,83%), è il tasso fisso, con il suo 1,92% di media, a prevalere. Pesano quindi le incertezze del periodo storico, l’instabilità politico-finanziaria, la... View Article