Immigrazione, i nuovi dati su provenienza, religione, lavoro

Immigrazione, i nuovi dati su provenienza, religione, lavoro Gli sbarchi di immigrati sulle coste siciliane sono in crollo, lo sappiamo. È così dall’estate 2017, e da allora si sono ridotti a poche migliaia. Ancora più rilevanza assumono a questo punto gli immigrati già presenti sul territorio, che rappresentano un mondo molto più dinamico e in movimento di quello degli autoctoni. Sono più giovani, si muovono di più sul territorio, escono dal Paese e vi entrano a ritmi più elevati. Soprattutto, sono molto diversi al loro interno, perchè diversissime sono le provenienze. Secondo i dati di Idos nel 2017 il 50,9% proveniva dal’Europa, di cui il 23,1% dalla Romania e l’8,6% dall’Albania, il 21,3% dall’Africa, e tra gli africani al primo posto vi è l’8,1% di marocchini. Poi vi è il 20,5% di asiatici, tra cui troviamo il 5,7% di cinesi. Solo il 7,2% viene dall’America. Sono 5 milioni e 144 mila, l’8,5%, ma solo 3 milioni e 715 mila vengono da fuori dall’Unione Europea. Del resto i rumeni sono comunitari da più di dieci anni. Ma soprattutto sono giovani. Gli anziani stanno aumentando, ma gli over 65 sono ancora solo il 4% degli stranieri, molto meno di quanti siano tra... View Article