•  
  •  
  •  
  •  
  •  

pubblicato: domenica, 19 luglio, 2015

articolo scritto da:

Civati risponde alla battuta del segretario del Pd: “Renzi è Berlusconi”

sinistra

Matteo Renzi, nel corso dell’assemblea del Pd, aveva ironizzato sul suo ex compagno di Leopolda Pippo Civati e sul suo nuovo soggetto politico “Possibile”. Civati ha prontamente risposto: “Renzi è Berlusconi”.

La stoccata di Renzi dall’assemblea del Pd

“La sinistra radicale dice che è ‘Possibile’. A noi sembra piuttosto improbabile”. Queste le parole del segretario del Pd volte a scoraggiare ogni possibile deriva a sinistra del partito: “Se la sinistra si sposta più in là si perde” la conclusione del suo ragionamento.

Civati: “Renzi non è più solo un’evoluzione del berlusconismo”

Nell’ultimo giorno del suo Politicamp a Firenze, Pippo Civati risponde alla stoccata lanciatagli dal suo ex compagno di partito: “Quella di Renzi non è più neppure un’evoluzione del berlusconismo, è Berlusconi”.

“Rivoluzione di Renzi? Titolo dei giornali da due anni”

Civati ha stoppato ogni possibile entusiasmo in merito alla paventata “rivoluzione” di Renzi: “È il titolo di tutti i giornali da due anni”. E fa notare: “Le condizioni degli italiani non sono cambiate. Renzi dice che noi siamo dei nemici perché non siamo possibili ma improbabili: secondo me è improbabile lui e sempre di più”.

Sul Pd: “Partito pigliatutto che può non prendere niente”

Guardando a quella che era la sua casa politica, il Pd, il leader di Possibile osserva: “Un partito pigliatutto che può anche non prendere niente. È un destino terribile di quelli come Renzi”.Pippo Civati ex Pd, ora leader di Possibile

“La sinistra è peggiorata”

Poi prova a dettare la linea: “La sinistra oggi non deve più uscire solo dai salotti ma anche dai divani, perché è peggiorata”. In merito al suo ruolo e a quello di Possibile assicura: “Io non voglio fare il leader di un partito, voglio poterlo votare”.

“Pd rischia di essere vuoto. Io sono di sinistra”

A quanti hanno pensato alla sua uscita dal Pd come un salto nel vuoto, risponde: “Quello che rischia di essere vuoto è proprio il Partito democratico, o della nazione o come si chiamerà. Io non credo al trasversalismo, voglio parlare a tutti e con tutti, ma io sono di sinistra”.

Fassina concorda col paragone: “Promesse propagandistiche”

A seguire Civati nella sua uscita dal Pd, Stefano Fassina che non ha risparmiato un commento sulle ultime promesse “propagandistiche” di Renzi: “Mi ricorda qualcuno e in genere negli ultimi anni abbiamo visto che quando si è in difficoltà, in disperazione, si promette di abolire la tassa sulla prima casa”.

Stefano Fassina ex Pd contro le promesse propagandistiche di Renzi

E avverte: “Si taglia il welfare per tagliare imposte”

Fassina, pur essendo d’accordo sulla necessità di una riduzione delle tasse, avverte: “È un’operazione di destra che cominciò a fare Regan negli anni ’80. Si taglia il welfare per tagliare le imposte e ne beneficiano i più ricchi, e l’economia va male. Spero se ne discuta in Parlamento”.

Cofferati: “Famiglia socialista europea in drammatica crisi”

Intanto il nuovo soggetto politico al quale stanno lavorando, tra gli altri, i citati Civati e Fassina insieme anche a Sergio Cofferati, promette di essere pronto per le prossime elezioni. Proprio Cofferati ha osservato: “La famiglia socialista europea e il Pd in essa sono in una situazione drammatica di crisi e impotenza. Noi dobbiamo partire da lì e non da chi fa il leader, altrimenti se pensiamo ad un progetto come un’operazione letterale di piccolo cabotaggio non andiamo da nessuna parte”.

Sondaggio Post Verità

Sondaggio Post Verità

La domanda del giorno

Come si chiamerà il gruppo degli scissionisti Pd?

Risultati

Loading ... Loading ...

Tutte le elezioni del 2017

Una grafica interattiva che mostra tutte le elezioni del mondo nel 2017

Quanto conosci Donald Trump? Clicca sul suo volto e fai il quiz!

Quiz Donald Trump

Termometro delle Voluttà

#efamolostoflavio

#efamolostoflavio

Pubblicità

articolo scritto da: