•  
  •  
  •  
  •  
  •  

pubblicato: sabato, 1 agosto, 2015

articolo scritto da:

Caso Azzollini, il premier: “I senatori non sono i passacarte della procura di Trani”

renzi durante un consiglio dei ministri che parla

“I senatori non sono i passacarte della procura di Trani”. E’ quanto affermato dal premier Matteo Renzi ieri in conferenza stampa dopo il Consiglio dei ministri, quando si è espresso sul già ampiamente discusso caso Azzollini. “Avendo rispetto della Costituzione – ha poi aggiunto – dico che rispettare la magistratura è rispettare le competenze dei giudici ma anche degli altri”. In sostanza, Renzi quasi invoca il rispetto della separazione dei poteri tra politica e giustizia: a ciascuno il suo, sulla vicenda le cose sono poco chiare e molto “fumus” non ne rende chiari i contorni.

Renzi ha poi continuato prendendo le difese del capogruppo al Senato, Luigi Zanda: “Sulla libertà delle persone non si vota per indicazione di partito ma guardando le carte. Il capogruppo Pd Zanda ha visto le carte su Azzollini e si è convinto che sia una vicenda molto complicata e che il fumus persecutionis potrebbe esserci e ha lasciato libertà di coscienza. Io non so dire come avrei votato perché non ho letto le carte, ma considero il voto un segno di maturità“.

renzi in primo piano

Ma alla minoranza del partito le parole del premier – come sempre – non convincono, ed essa continua a giudicare quella sul caso Azzolini come una “scelta ipocrita” e contraddittoria rispetto a quanto era stato stabilito dalla Giunta per le Immunità di Palazzo Madama, favorevole all’arresto. E’ intervenuto a commentare le parole di Renzi infatti anche Dario Stefano – che quella giunta la presiede – trovando “particolarmente imbarazzante” che il premier abbia espresso “un punto di vista così affrettato e superficiale sul lavoro svolto dalla Giunta del Senato e dagli stessi componenti della sua area politica che ne hanno votato compatti un’indicazione dopo aver esaminato le carte in maniera scrupolosa”.

Chi invece ha apprezzato, o comunque non additato, le parole del premier è stato il presidente dell’Associazione nazionale magistrati Rodolfo Sabelli: “Al di là delle parole usate, mi pare che il presidente Renzi abbia voluto distinguere ambiti, reciprocamente autonomi, di una stessa vicenda: quelli dell’autorità giudiziaria e quelli del Senato. Se questo è il senso delle parole del presidente del Consiglio – ha poi aggiunto – non mi pare il caso di alimentare polemiche inutili”.

Naturalmente, chi invece ha accolto con grande assenso le parole del presidente del Consiglio è stato proprio il senatore protagonista della vicenda. Azzollini ha infatti definito quella di Renzi come una “dichiarazione esemplare, nel senso che individua esattamente il compito che le Camere hanno in questi casi”.

 

 

 


L’inglese impeccabile di Virginia Raggi – CLICCA IL VIDEO

L'inglese impeccabile di Virginia Raggi

Sondaggio Referendum Costituzionale

sondaggio referendum costituzionale

La domanda del giorno

Ultimo giorno di sondaggi: chi vincerà il referendum costituzionale?

Risultati

Loading ... Loading ...

Tutte le elezioni del 2016

Una grafica interattiva che mostra tutte le elezioni del mondo nel 2016

Riforma Costituzionale: clicca sulla Costituzione e fai il quiz!

Quiz Riforma Costituzionale

Termometro delle Voluttà

DaSì o No?

DaSì o No?

articolo scritto da:

13 comments
Franco Baldan
Franco Baldan

e se era un senatore della sx dem , avresti passato le carte???

GionaCossano
GionaCossano


Ciao a tutti. È per prevenirli che la maggioranza dei prestatori di denaro è truffatori per la maggior parte. Vi dico perché lo ho vissuto. Lo hanno fuorviato più volte. Non credevo realmente più nella parola dei prestatori falsi prima che incroci il cammino della signora CINZIA Milani. mi ha conceduto il mio prestito di denaro di 23000 euro in meno di una settimana. Una somma che devo lui rimborsato entro 5 anni con un tasso di 2,5%. Grazie a lui ho potuto aumentare il mio piccolo commercio e gli sono étrenellement riconoscente per quella. Allora vegliate scrivergli al suo indirizzo qui di seguito se avete bisogno di prestito di denaro. Posso testimoniare che esistono ancora veri prestatori che hanno voglia di aiutare. Non esitate a contattarlo. È molto comprensivo. Posta elettronica: cinziamilani62@gmail.com


Giorgio Graffieti
Giorgio Graffieti

È scritto in Costituzione che Parlamento e Magistratura rappresentano due poteri dello Stato separati... non lo ha inventato Renzi.

ValterFiore
ValterFiore

a me di Azzolini interessa poco ma ritengo che politica e magistratura debbano tornare ad essere ben separate.

Roberto Allori
Roberto Allori

Povero piccolo burattino, fino a quando ci sei tu nel PD io non voterò mai più. .....vergognati tu e tutti quelli che ti leccano.

Piero Corallo
Piero Corallo

Ti stai facendo tanti di quegli autogol..che al termine della tua legislatura..lascerai il tuo partito in mutande...i vecchi marpioni dem stanno vedendo dalla finestra tutte le sciocchezze che dici e che fai insieme a quel gruppetto di incapaci che ti stanno accanto..Auguri!!

Alfredo Bartolini
Alfredo Bartolini

....in soldoni........su dieci imputati che dovevano essere arrestati, nove stanno dentro, IL DECIMO PERCHE' SENATORE NO! Trarremo le somme alle PROSSIME ELEZIONI.

Sonia Caregnato
Sonia Caregnato

Tra cani non si mozzicano! Se va dentro uno si porta dietro tutti....ecco perché si difendono!

Giorgio Tosi
Giorgio Tosi

queste parole si commentano da sè......ma lui non doveva rottamare la classe politica? totò avrebbe detto: ma mi faccia il piacere!!!!

Quadrelli Stefano
Quadrelli Stefano

i politici ladri possono dormire sonni tranquilli c' è il PD che li difende !