•  
  •  
  •  
  •  
  •  

pubblicato: martedì, 15 gennaio, 2013

articolo scritto da:

Sondaggi elettorali: l’analisi Ipr Marketing per Porta a Porta

Sondaggi elettorali: l’analisi Ipr Marketing per Porta a Porta

 

L’ultima settimana è stata densa di avvenimenti mediatici ed elettorali, ma prima di passare al sondaggio Emg di La 7 analizziamo tra i sondaggi elettorali della scorsa settimana il sondaggio Ipr Marketing per Porta a Porta.

Le indicazioni che ricaviamo dal sondaggio Ipr Marketing sono molto chiare e alcune già note. Il Pd si mantiene oltre il 30% e il centro-sinistra nel suo complesso conferma il proprio vantaggio come coalizione.

[ad]Stabile rispetto ad altri sondaggi politici è anche l’area rappresentata dall’ex Premier che, con la propria lista, risulta il socio di maggioranza del nuovo Centro. Un’area che non ha possibilità di vittoria ma che risulterà decisiva per il Senato.

In leggera crescita risulta il Pdl di Berlusconi, ma in generale è il centro-destra che appare in recupero. Insidiare il centro-sinistra, per Pdl e Lega Nord è sostanzialmente impossibile ma, nella lotteria del Senato, il ruolo del centro-destra sarà cruciale in più di qualche regione.

sondaggio ipr

Difficile il momento per Beppe Grillo e i suoi militanti; tra simboli taroccati, aperture politiche all’estrema destra e fughe strategiche di alcuni candidati come Favia il percorso del Movimento 5 Stelle verso le elezioni politiche si fa sempre più compicato

Stupisce anche il dato espresso nel sondaggio dalla lista arancione guidata da Ingroia alla quale vengono assegnato valori diversi in sondaggi elettorali diversi. Probabilmente questa incertezza è dovuta alla “novità” che rappresenta la lista dell’ex Pm.

Quanto conosci Donald Trump? Clicca sul suo volto e fai il quiz!

Quiz Donald Trump

Elezioni Francia

Elezioni Francia

Tutte le elezioni del 2017

Una grafica interattiva che mostra tutte le elezioni del mondo nel 2017

Termometro delle voluttà

Tutto secondo i piani

Tutto secondo i piani

Nipoti di Maritain

Nipoti di Maritain

articolo scritto da:

2 Commenti

  1. claudio dal canto ha scritto:

    Il 26 febbraio c’è da ridere, o da piangere?
    Tutti sono bravi,ma noi è già da tempo che si piange.ù
    Si parlava di tagliare le spese,noi abbiamo eliminato già tante cose,ma i politici vedo che continuano a fare convegni, pasticcini e spumanti,ma quando lavorano?

  2. Maura Melchior ha scritto:

    Che tristezza vedere che la coalizione di Berlusconi, un anno fa sono usciti tra scandali e danni fatti all’Italia, in termini economici e d’immagine, e ora come allora si ripresentano tutti senza un po’ di vergogna, anzi pieni di ragioni e di soluzioni e di accuse verso chi, aveva cominciato un cammino sulla via giusta. Purtroppo diedi anch’io il mio voto al Pdl: MAI PIU’!

Lascia un commento