Pubblicato il 29/12/2016

Sondaggi centrodestra: per Winpoll sbaraglia tutti

autore: Emanuele Vena
sondaggi centrodestra winpoll intenzioni di voto al 23 dicembre 2016

Sondaggi centrodestra: per Winpoll sbaraglia tutti

Il centrodestra compatto sarebbe nettamente più votato sia del M5S che del centrosinistra guidato dal PD. A dirlo è l’ultimo sondaggio elettorale condotto da Winpoll, che analizza le intenzioni di voto nazionali degli italiani.

Secondo l’istituto, l’area conservatrice è accreditata complessivamente del 34.4%, 3 decimi in più rispetto al precedente sondaggio. Un dato decisamente superiore a quello del centrosinistra a guida PD, che si ferma complessivamente poco sopra il 30%. Ancora peggio va al M5S, che a seguito del caos Roma perde quasi 2 punti e scende al 26.4%, lasciando lo scettro di partito di maggioranza relativa proprio ai dem, che guadagnano 8 decimi. Al di fuori dei 3 grandi raggruppamenti guadagnano 3 decimi sia Sinistra Italiana che Area Popolare NCD-UDC.

sondaggi centrodestra winpoll intenzioni di voto al 23 dicembre 2016

Sondaggi centrodestra: conservatori avanti ma spaccati sul ritorno al voto

Winpoll ha chiesto agli italiani anche un giudizio sul nuovo governo Gentiloni. Per la maggioranza di loro, il nuovo esecutivo non è né migliore né peggiore rispetto a quello uscente.

sondaggi winpoll giudizio governo gentiloni al 23 dicembre

Nel dettaglio, un terzo degli intervistati assegna al nuovo governo un giudizio abbastanza/molto positivo, mentre i restanti 2/3 la pensano in maniera opposta.

sondaggi winpoll fiducia governo gentiloni al 23 dicembre 2016

Al di là di ciò, quasi 2 italiani su 3 chiedono di tornare alle urne prima dell’estate. In particolare, a volere il voto entro aprile è la stragrande maggioranza degli elettori grillini e leghisti, mentre i simpatizzanti dem preferirebbero che la legislatura seguisse il suo corso naturale.

sondaggi winpoll scadenza governo gentiloni al 23 dicembre

Più eterogeneo è invece il giudizio degli elettori di Forza Italia. Se da un lato poco più della metà del campione vorrebbe il voto entro l’estate, dall’altro il 44% dei forzisti preferirebbe andare alle urne nel 2018.

sondaggi politici elettorali

(Nota – Sondaggio condotto il 22-23 dicembre su un campione di 1200 soggetti maggiorenni/patentati. Metodo di rilevazione: CAWI)

Autore: Emanuele Vena

Lucano, classe ’84, laureato in Relazioni Internazionali presso la Facoltà di Scienze Politiche dell’Università di Bologna e specializzato in Politica Internazionale e Diplomazia presso la Facoltà di Scienze Politiche dell’Università di Padova. Appassionato di storia, politica e giornalismo, trascorre il tempo libero percuotendo amabilmente la sua batteria. Collabora con il Termometro Politico dal 2013. Durante il 2015 è stato anche redattore di politica estera presso IBTimes Italia. Su Twitter è @EmanueleVena
Tutti gli articoli di Emanuele Vena →