Estate 2021 in libertà dopo vaccino per 50% italiani? Parla Brusaferro

Pubblicato il 3 Maggio 2021 alle 11:21 Autore: Guglielmo Sano
Estate 2021 con più libertà dopo vaccino per 50% popolazione. Le parole di Brusaferro

Estate 2021 con più libertà dopo vaccino per 50% popolazione. Le parole di Brusaferro

Estate 2021 con più libertà se si riuscirà a vaccinare almeno metà della popolazione: interessante intervento di Silvio Brusaferro. Il Presidente Iss elenca quello che serve per tornare a intravedere uno spiraglio di normalità dopo oltre un anno di epidemia di Covid.

Estate 2021 con più libertà? Le parole di Brusaferro

Interessante intervento sulla Stampa di Silvio Brusaferro. Estate 2021 con più libertà? Il Presidente dell’Iss precisa come l’Italia si trovi in una “fase di transizione delicata” dell’epidemia: la diffusione del virus cala in modo lento ma costante, ora, per evitare nuove impennate di contagi è necessario agire su tre livelli.

“Primo, continuare a vaccinare al ritmo sostenuto di questi ultimi giorni; secondo, monitorare bene la situazione e intervenire localmente dove necessario; terzo, ma non certamente ultimo, fino a che non avremo un maggior numero di immunizzati continuare ad adottare comportamenti di prudenza per non essere poi costretti ad adottare nuove misure restrittive”, nello specifico, sarà fondamentale: mantenere l’indice Rt sotto quota 1, quindi, raggiungere la soglia dei 50 casi su 100mila abitanti su base settimanale (così da riprendere il tracciamento dei positivi) e, naturalmente, ridurre al minimo la pressione sul sistema sanitario.  

Mascherine necessarie fino a inizio 2022

Entra più nello specifico della questione, in un’intervista al Messaggero, il componente del Cts Fabio Ciciliano. Quest’ultimo è certo che il paese vivrà delle “vacanze tranquille”, d’altra parte, bisognerà continuare a mantenere un atteggiamento prudente: per esempio, considerando che l’immunità di gregge dovrebbe essere raggiunta in autunno, gli italiani dovranno indossare le mascherine per tutta l’estate 2021 e, probabilmente, almeno fino all’inizio del 2022.

Detto ciò, anche nel nostro paese ci si propone di condurre delle sperimentazioni sulla ripresa degli eventi: sulla scorta di quelle condotte, con successo, in Spagna, Regno Unito e Paesi Bassi. Insomma, anche se gli indici dell’epidemia registrano un netto miglioramento, il 2 maggio toccata la quota più bassa di contagi da 7 mesi a questa parte, non è ancora arrivato il momento di abbassare la guardia: tuttavia, l’estate 2021 dovrebbe essere molto simile a quella del 2020. In pratica, stringenti protocolli di sicurezza anti-assembramento ma le misure più restrittive, come il coprifuoco, sembra sempre più probabile, dovrebbero essere eliminate con l’avvicinarsi della bella stagione.  

Segui Termometro Politico su Google News

Hai suggerimenti o correzioni da proporre?
Scrivici a
redazione@termometropolitico.it

L'autore: Guglielmo Sano

Nato nel 1989 a Palermo, si laurea in Filosofia della conoscenza e della comunicazione per poi proseguire i suoi studi in Scienze filosofiche a Bologna. Giornalista pubblicista dal 2018 (Odg Sicilia), si occupa principalmente di politica e attualità. Cura la sezione esteri per Termometro Politico
Tutti gli articoli di Guglielmo Sano →