ISTAT: quasi la metà delle famiglie del Sud a rischio povertà ed esclusione

ISTAT: quasi la metà di famiglie a rischio povertà vive al Sud L’istituto nazionale di statistica ha presentato quest’oggi il documento su “condizioni di vita e reddito”. Un report di una ventina di pagine (potete visionarlo integralmente QUI) che mostra le grandi differenze economiche tra nord e sud e che offre un ulteriore spunto di analisi sulla geografia del referendum. Il documento pone in evidenza che oltre un quarto delle famiglie italiani siano a rischio di povertà. Il documento si basa sui dati sia del 2014 che del 2015. Più di una famiglia su dieci (l’11,5%) vive in uno stato di grave deprivazione materiale (ovvero, con l’impossibilità di far fronte a spese ritenute basiche o senza la capacità economica per risolvere una situazione d’emergenza). Un numero quasi uguale di famiglie (11,7%) lavora con bassa intensità – ovvero, meno di 1/5 del tempo disponibile). Per ultimo, un 19,9% dispone di un reddito pari al 60% o meno (corrispondente al reddito per rischio di povertà), rispetto alla mediana del Paese. Sommando il numero di famiglie che posseggono almeno uno dei tre criteri, si evince che il 29,7% delle famiglie vive in una condizione a rischio di povertà ed esclusione sociale. Istat, rischio di povertà ed esclusione sociale drammaticamente alti nel meridione.... View Article