•  
  •  
  •  
  •  
  •  

pubblicato: giovedì, 15 maggio, 2014

articolo scritto da:

Approvato il Dl Lavoro. La Camera dice sì con 279 sì

279 sì, 143 no. Il Decreto Lavoro è legge. Ad approvarlo, ovviamente, è la Camera dei Deputati, in terza lettura. Ed intanto impazza la polemica Pd-M5S.

Tutto nasce dalla discussione sull’autorizzazione a procedere nei confronti del deputato democratico Francantonio Genovese, accusato da parte della procura di Messina di associazione a delinquere, riciclaggio, peculato e truffa. La Camera ha rinviato la questione dopo l’infinito dibattito sugli ordini del giorno al dl Lavoro (si pensi solamente ai 33 deputati iscritti a parlare). Di fatto i pentastellati si erano prodigati per velocizzare i lavori, ma l’ostruzionismo di Sinistra Ecologia e Libertà (accusata poi da Grillo di essere in combutta col Pd per salvare Genovese) e Lega Nord, aveva portato ad un orario troppo eccessivo per votare pure, attraverso voto segreto, l’autorizzazione a procedere richiesta dalla Magistratura.

Il decreto. E’ mantenuta l’impostazione governativa originaria sul dl Lavoro: contratti a termine ed apprendistato sempre facilmente applicabili. L’obiettivo del duo Renzi-Poletti è, infatti, il rilancio occupazionale, specialmente per i giovani. Di converso le opposizioni (da destra a sinistra) sostengono quest’iniziativa significhi solo ed esclusivamente più precariato.

Daniele Errera

Speciale immigrazione

Immigrazione in Italia

Guerra economica con la Francia

Guerra economica con la Francia

Acquisizioni francesi in Italia

Sondaggi Politici

Sondaggi politici - tutti i dati sulla fiducia di leader ed istituzioni

Speciale Pensioni

pensioni novita precoci

Termometro delle Voluttà

Giuramento della Palla avvelenata

Giuramento della Palla avvelenata

articolo scritto da: