Sondaggi elettorali Ixè: prosegue il calo della Lega, ora è al 28,7%

Pubblicato il 22 Gennaio 2020 alle 09:11 Autore: Andrea Turco

La transumanza di voti dalla Lega a Fratelli d’Italia continua. A sostenerlo sono i sondaggi elettorali Ixè per Cartabianca

sondaggi elettorali ixe, intenzioni voto
Sondaggi elettorali Ixè: prosegue il calo della Lega, ora è al 28,7%

La transumanza di voti dalla Lega a Fratelli d’Italia continua. A sostenerlo sono i sondaggi elettorali Ixè per Cartabianca realizzati tra il 20 e il 21 gennaio. Rispetto alla precedente rilevazione, il Carroccio perde lo 0,2 e scivola al 28,7%. La tendenza di Ixè si scontra con le rilevazioni effettuate nell’ultima settimana da Swg, Index e Termometro Politico, che vedono un ritorno al segno più della Lega. A beneficiare della flessione leghista è Fratelli d’Italia che sale all’11,3%, massimo storico per il partito. Nel centrodestra, anche Forza Italia sorride passando dal 7 al 7,3%. In questo modo l’area che fa riferimento a Salvini, Meloni e Berlusconi annulla la perdita del Carroccio ed incrementa i propri consensi.

Nel campo governativo, il Partito Democratico flette dello 0,1 al 19,9% mentre il Movimento 5 Stelle segna un +0,2 e sale al 16,1%. Secondo alcune indiscrezioni, oggi Luigi Di Maio annuncerà le sue dimissioni da capo politico. Da vedere se il passo indietro del ministro degli Esteri verrà salutato positivamente dalla base pentastellata. Tra gli altri partiti che compongono la maggioranza di governo, Italia Viva perde colpi (-0,3) e scivola al 3,9%. La Sinistra fa peggio (-0,5%) e cala al 3,1%.

I sondaggi elettorali Ixè fotografano un exploit di +Europa che passa dal 2,5 al 3,4% ed insidia il partito di Renzi. Tutte le altre forze politiche sono sotto al 2%: Europa Verde (1.9%), Azione (1,4%) e Cambiamo (0,6%). Cala al 34,7% la quota di indecisi e astenuti.

Il premier Conte continua a rimanere il personaggio politico più gradito dagli italiani (40%). Meloni avanza di un punto al 35% mentre rimane stabile al 32% Salvini. Nelle retrovie sono dati in calo sia Zingaretti (25%) che Di Maio (21%). La fiducia nel governo giallo rosso aumenta di due punti al 35%. Gli scontenti sono però ancora la maggioranza (65%).

Per quanto riguarda la durata del governo, aumenta la percentuale di chi vede un orizzonte lungo (52%). Solo il 28% ritiene possibile una caduta dell’esecutivo dopo le elezioni regionali di questa domenica.

I sondaggi elettorali Ixè si chiudono con un focus sulla legge elettorale. Settimana scorsa la Consulta ha bocciato il quesito leghista che proponeva un referendum sulla legge elettorale per abrogare le norme sulla distribuzione proporzionale dei seggi e trasformare il sistema in un maggioritario puro. Rispetto allo scorso settembre, i fan del maggioritario sono diminuiti dal 54% al 46%. Il proporzionale piace soprattutto agli elettori Pd (45%) mentre gli elettori M5S e Lega preferiscono il maggioritario.

sondaggi elettorali ixe, intenzioni voto
Fonte: Ixè
sondaggi elettorali ixe, fiducia governo
Fonte: Ixè
sondaggi elettorali ixe, durata governo
Fonte: Ixè
sondaggi elettorali ixe, legge elettorale
Fonte: Ixè

Sondaggi elettorali Ixè: nota metodologica

SOGGETTO REALIZZATORE: ISTITUTO IXÈ SRL
SOGGETTO ACQUIRENTE: RAI – CARTABIANCA
METODOLOGIA: INDAGINE QUANTITATIVA CAMPIONARIA
METODO DI RACCOLTA DATI: TELEFONO FISSO (CATI), MOBILE (CAMI) E VIA WEB (CAWI)
UNIVERSO: POPOLAZIONE ITALIANA MAGGIORENNE
CAMPIONE INTERVISTATO: RAPPRESENTATIVO (QUOTE CAMPIONARIE E PONDERAZIONE) IN BASE A:
GENERE, ETÀ, ZONA DI RESIDENZA, AMPIEZZA COMUNE, VOTATO 2018/2019
DIMENSIONE CAMPIONARIA: 1.000 CASI (MARGINE D’ERRORE MASSIMO ±3,10%)
PERIODO DI RILEVAZIONE: DAL 20 AL 21 GENNAIO 2020

Segui Termometro Politico su Google News

Hai suggerimenti o correzioni da proporre?
Scrivici a
[email protected]

L'autore: Andrea Turco

Classe 1986, dopo alcune esperienze presso le redazioni di Radio Italia, Libero Quotidiano e OmniMilano approda a Termometro Politico.. Dal gennaio 2014 collabora con il portale d'informazione Smartweek. Su Twitter è @andreaturcomi
Tutti gli articoli di Andrea Turco →