articolo scritto da facebook icona autore twitter icona autore

Elezioni Regionali: sondaggi a confronto

elezioni regionali - Termometro Politico

Ci si avvicina alle elezioni politiche e come ovvio si moltiplicano i sondaggi elettorali: questo permette anche di avere una stima più raffinata per chi come il Termometro Politico dà molto valore alle medie dei sondaggi per avere un quadro più chiaro e realizzare proiezioni più affidabili.

[ad]Ma non ci sono solo le elezioni politiche: Lazio, Molise e Lombardia eleggeranno il loro nuovo consiglio regionale, per cui sondaggi elettorali vengono realizzati anche in questi campi.

In particolare si evidenziano due sondaggi, realizzati rispettivamente da Ipsos per le Regionali in Lombardia ed Euromedia per le regionali in Lazio. Entrambe regioni cadute anticipatamente a causa di vicende giudiziarie che hanno molto colpito l’opinione pubblica.

elezioni regionali - Termometro Politico

In Lombardia, si affrontano principalmente tre contendenti: Ambrosoli è il candidato del centrosinistra, dopo aver vinto le primarie; l’ex sindaco di Milano Albertini è il candidato “montiano” dopo aver lasciato il Pdl (in un primo momento sarebbe dovuto essere anche il candidato pidiellino, sponsorizzato dal Celeste Formigoni); Maroni guida invece la coalizione di centrodestra, a seguito del patto siglato a livello nazionale tra Lega e Pdl, patto con il quale Albertini è stato scaricato e Formigoni si è trovato in fuorigioco.

Veniamo ai dati:

Lista%
Sinistra Unita1,1
PD24,7
IDV2,8
SEL3
Lombardia per Ambrosoli – patto civico4,4
Altre liste Ambrosoli3,8
Totale Ambrosoli39,8
UDC2,2
FLI0,8
Lombardia Civica per Albertini5,5
Totale Albertini8,5
PDL11,2
Lega Nord19,5
Lista Maroni Presidente7,7
Altre liste Maroni1,5
Totale Maroni39,9
Movimento 5 stelle8,4
altre liste (Radicali, Fermare il Declino)3,7
totale voti validi100

Come in altri sondaggi elettorali, in specie per le elezioni politiche, il risultato in Lombardia questa volta è tutt’altro che deciso: l’ago della bilancia, anche qui, è rappresentato da un centro montiano che in questo caso esprime un candidato “interno” all’elettorato berlusconiano, che da un lato è frenato a sinistra dal proprio passato politico, dall’altro però potrebbe attrarre voti decisivi da quell’elettorato di centrodestra che non accetta un candidato leghista. Il suo peso elettorale è ancora piuttosto basso, e di qui alle elezioni il sistema elettorale regionale potrebbe penalizzarlo in favore dei candidati prevalenti: Maroni e Ambrosoli, divisi ora da un decimo di punto a favore dell’ex Ministro.

Questi dati sono molto simili alla stima che la stessa Ipsos aveva realizzato tempo addietro per il Senato: in quel caso, sia la coalizione di centro sinistra che quella di centrodestra cedono percentuali importanti alla lista unitaria del Professor Monti, portandosi entrambe al 32,5% e lasciando al Premier uscente il 16,3%. In gran parte, i punti in meno del centrosinistra sono quelli che al Senato sono assegnati alla Lista Ingroia (che alle regionali non è presente ma compare sotto varie liste nella coalizione Ambrosoli). Rispetto alla proiezione per il Senato, nel sondaggio regionale anche il Movimento 5 Stelle perde circa 3 punti percentuali.

Proiezione Senato Lombardia%
coalizione Berlusconi32,5
coalizione Bersani32,5
coalizione Monti16,3
coalizione Ingroia5,6
Movimento 5 stelle11,5
altri1,6
Totale100

Veniamo al Lazio, anch’esso caduto per le ben note vicende giudiziarie che hanno coinvolto l’ormai celebre Franco “Batman” Fiorito e molti altri. In questo caso il sondaggio è stato effettuato da Euromedia Research, e lo scopo è stato quello di testare quattro diversi candidati per il centrodestra: l’ex Governatore Francesco Storace (che con ogni probabilità sarà in effetti il candidato unico del centrodestra, malgrado il parere contrario dell’ex Ministro Giorgia Meloni), l’ex ministro Maurizio Gasparri, la Pm Simonetta Matone e la giovane Beatrice Lorenzin, in un primo momento candidata del Pdl.

I risultati di questo sondaggio quindi possono essere letti sotto due punti di vista: l’apprezzamento per i quattro leader e il consenso ai candidati degli altri schieramenti.

Candidato – coalizioneIpotesi StoraceIpotesi MatoneIpotesi GasparriIpotesi Lorenzin
Cdx3230,632,426,6
Zingaretti – Csx44,846,645,547,6
Bongiorno – Cx11,211,310,513,4
Barillari – M5s8,4778,5
Romagnoli – FT0,40,30,20,8
Di Stefano -CPI11,61,50,4
Baldassarri – Fid1,21,51,71,3
Fiore – FN11,11,21,4
Indecisi18,118,41819,1
Nota: FT è Fiamma Tricolore, FiD è Fermare il Declino, CPI è Casa Pound,FN è Fiamma Tricolore

(per continuare la lettura cliccare su “2”)

ultima modifica: venerdì, 18 Gennaio 2013