Tfr Quota 100: dipendenti privati e statali, quando paga l’Inps

Tfr Quota 100: dipendenti privati e statali, quando paga l’Inps Tempi pagamento Tfr dipendenti Con l’introduzione di Quota 100 è sorto un legittimo dubbio relativo alla corresponsione del Tfr, ovvero del Trattamento di fine rapporto. Uscendo prima con Quota 100, si potrebbe avere uno slittamento della corresponsione della liquidazione avanti nel tempo. Di fatto si tratterebbe di un importante ritardo nell’elargizione di somme effettivamente spettanti ai lavoratori dipendenti, privati e soprattutto statali. Le tempistiche di liquidazione seguono infatti percorsi differenti per le due tipologie di lavoratori. Ma la corresponsione della stessa, per chi esce con Quota 100, potrebbe subire ulteriori ritardi. Chi ad esempio dovesse sfruttare la possibilità offerta dai Fondi bilaterali per le imprese, e uscire quindi con 3 anni di anticipo rispetto ai requisiti, potrebbe avere il Tfr ben 8 anni dopo il suo pensionamento anticipato. 8 anni o 3, resta sempre in sospeso la questione della liquidazione, il cui tempo potrebbe essere accorciato grazie a un prestito bancario. Ma con interessi a carico di chi? Tfr: cosa è il trattamento di fine rapporto e come funziona Il trattamento di fine rapporto è quella somma riservata ai dipendenti del settore pubblico e privato che viene accantonata ogni mese... View Article