Totò Riina è morto, Cei vieta funerali pubblici alla famiglia

Totò Riina è morto, Cei vieta funerali pubblici alla famiglia Totò Riina, il Capo dei Capi di Cosa Nostra, è morto nel giorno del suo 87esimo compleanno. Il decesso è avvenuto nel reparto detenuti dell’ospedale Maggiore di Parma dove egli era ricoverato da alcuni mesi. Il suo cuore non ha retto agli ultimi interventi e, dopo cinque giorni di coma, ha esalato il suo ultimo respiro. Quattordici condanne alle spalle, ventiquattro anni di carcere in regime di 41 bis; l’Italia intera lo ricorda per la sua crudeltà e per non essersi mai pentito per le stragi di cui è stato il mandante. La famiglia, in particolare i quattro figli, avevano fatto richiesta per i funerali di stato; volontà negata categoricamente dal Cei, Conferenza episcopale italiana. La Chiesa ha sempre condannato la Mafia e tutti coloro i quali hanno agito in suo nome. Alla salma verrà concessa, subito dopo l’autopsia, soltanto la benedizione da parte di un sacerdote. Presto il corpo di Totò Riina tornerà a Corleone, la sua città natale. Lì è atteso dai figli i quali, nonostante il permesso speciale concessogli dal Ministero di andare a fargli visita in ospedale, non sono riusciti a vedere il padre per l’ultima volta. Totò Riina,... View Article