•  
  •  
  •  
  •  
  •  

pubblicato: venerdì, 12 settembre, 2014

articolo scritto da:

Sondaggio Demos per La Repubblica: prime crepe nel consenso di Renzi, la priorità degli italiani resta il lavoro

sondaggio demos

Sondaggio Demos per La Repubblica: prime crepe nel consenso di Renzi, la priorità degli italiani resta il lavoro
Dopo la pausa estiva torna il quotidiano La Repubblica torna ad ospitare il sondaggio Demos & Pi. sulle intenzioni di voto e sull’opinione degli italiani sul Governo presieduto da Matteo Renzi. Proprio verso l’esecutivo si avverte un primo consistente calo nella fiducia rispetto a tre mesi fa, così come si registra una flessione del consenso verso la formazione politica del primo ministro, il Partito Democratico.

Il PD si attesta, infatti, al 41,1%, attorno al valore delle elezioni europee e circa quattro punti percentuali in meno rispetto alla rilevazione di giugno. Il Movimento 5 Stelle avanza, invece, al 20%, così come risulta in crescita rispetto a tre mesi fa Forza Italia, passando dal 15% al 18,6%. Trend positivo anche per la Lega Nord, ora al 6,9%, e per l’area ex-lista Tsipras, accreditata del 5,8%, mentre NCD-UDC presenti con una lista unitaria alle Europee, crollano dal 6,7% al 2,9%.

sondaggio demos

Giudizi positivi verso il Governo Renzi provengono, secondo il sondaggio Demos, dal 54% dell’elettorato, con un dato in flessione di ben il 15% rispetto a giugno: si arresta così la crescita costante di fiducia avvenuta nel corso dei primi mesi dell’esecutivo fino, appunto, al dato monstre del 69% di tre mesi fa. Se però diminuiscono poco i giudizi positivi all’interno dell’elettorato PD (dal 92% all’88%) e degli alleati di governo NCD, UDC e Scelta Civica (dal 70 al 66 per cento), è fra gli elettori dei partiti di opposizione che più si avverte la delusione: Forza Italia (-21%), Lega e Fratelli d’Italia (-35%) e M5S (-16%). Per quanto riguarda, invece, l’operato dell’opposizione di Forza Italia e di quella del Movimento 5 Stelle, la quota di giudizi positivi non supera, in entrambi i casi, il 19%.

sondaggio demos

sondaggio demos
Guardando al gradimento nei leader, tutti risultano in arretramento rispetto a giugno ma, coerentemente con i dati già presentati, il più colpito è Matteo Renzi, che vede la fiducia nella propria persona scendere dal 74% al 60%. Restano ben distanti, comunque, tutti gli altri, con Giorgia Meloni ad occupare la “piazza d’onore” al 30%, quasi alla pari con il ministro dell’economia Padoan, new entry con il 29%.

sondaggio demos renzi

Tornando a rivolgere l’attenzione sul Governo, i dati dell’Istituto di Ilvo Diamanti mostrano come, dopo la presentazione della nuova strategia dei “mille giorni”, siano aumentati coloro che ritengono che Renzi arriverà a fine Legislatura (ora il 43%). Diminuiscono però i “fiduciosi” rispetto alle capacità dell’Esecutivo di portare il nostro Paese fuori dalla crisi: dopo essere cresciuti nei primi mesi, il dato è ora sceso al 52% (-6%), comunque la maggioranza dell’elettorato.

sondaggio demos

sondaggio demos

Sugli 80 euro gli elettori si dividono principalmente fra coloro che la ritengono un’iniziativa utile (44%) e chi la vede come propaganda politica “spiccia” del Presidente del Consiglio (38%). La priorità per gli italiani resta, però, il lavoro ed è dimostrato dal 50% che ritiene la Riforma del mercato del lavoro il provvedimento più urgente, seguito da misure volte a incentivare l’occupazione (32%): da sottolineare come le riforme del Senato (5%) e della legge elettorale (9%) si trovino in coda all’elenco delle “priorità” fotografate dal sondaggio Demos.

sondaggio demos

sondaggio demos

Infine, il 55% degli elettori, quindi anche una fetta di coloro che giudicano positivamente l’azione del Governo Renzi, si ritrovano molto o abbastanza d’accordo rispetto all’opinione che gli annunci e le promesse dell’esecutivo risultino sovrabbondanti rispetto alle realizzazioni concrete. Gli ostacoli maggiori sulla strada dell’esecutivo sono individuati nella delusione dei cittadini (26%) e nello stesso PD (21%), mentre per esempio i vincoli provenienti dall’Europa sono indicati soltanto da un decimo degli elettori.

sondaggio demossondaggio demos


L’inglese impeccabile di Virginia Raggi – CLICCA IL VIDEO

L'inglese impeccabile di Virginia Raggi

Sondaggio Referendum Costituzionale

sondaggio referendum costituzionale

La domanda del giorno

Ultimo giorno di sondaggi: chi vincerà il referendum costituzionale?

Risultati

Loading ... Loading ...

Tutte le elezioni del 2016

Una grafica interattiva che mostra tutte le elezioni del mondo nel 2016

Riforma Costituzionale: clicca sulla Costituzione e fai il quiz!

Quiz Riforma Costituzionale

Termometro delle Voluttà

DaSì o No?

DaSì o No?

articolo scritto da:

16 comments
Alex Parela
Alex Parela

Un Parlamento incapace di eleggere 2 Giudici della Corte Costituzionale va a CASA !!!! ELEZIONI SUBITO !!!

Cara Valentina
Cara Valentina

Ci vorranno ancora una ventina d'anni, ad occhio e croce...

Massimiliano Roberto Gandini
Massimiliano Roberto Gandini

Queste oscillazioni di tre punti appaiono anomale. Se guardiamo sul lungo non si muove nulla o ben poco. Il PD rimane quello e molto probabilmente la crescita di FI tornerà ridimensionata alla prossima rilevazione.

Luigi Monge
Luigi Monge

cadrà come un castello di carte...il vento delle suo balle lo farà cadere

Martina Buda
Martina Buda

Un altro sondaggio lo da al 60%.....Questo è il più probabile vista la c......ne degli italiani

Piero Corallo
Piero Corallo

Ti dico di piu' di questo passo quelle crepe diventeranno voraggini!!