•  
  •  
  •  
  •  
  •  

pubblicato: martedì, 21 gennaio, 2014

articolo scritto da:

Italicum, Berlusconi si vendica di Alfano

italicum berlusconi si vendica di alfano

Italicum, Berlusconi si vendica di Alfano

La nuova legge elettorale, definita ‘Pastrocchium’ da Giovanni Sartori, una volta approvata sarà una grande vendetta per Berlusconi nei confronti di Alfano, che dovrà lottare tantissimo per ottenere seggi in Parlamento. La legge elettorale partorita dall’intesa tra Renzi e Berlusconi potrebbe essere definita ‘partiticida’.

Le alte soglie di sbarramento, l’alto premio di maggioranza e le liste bloccate, come dimostrano le prime simulazioni, metterebbero alla porta del Parlamento partiti e personalità importanti che raggiungerebbero nell’abisso dei ‘non eletti’ i già eccellenti esclusi Fini, Ingroia, Di Pietro.

italicum berlusconi si vendica di alfano

L’Italicum, infatti, prevede soglie di sbarramento molto alte: 12% alle coalizioni, 5% ai partiti coalizzati e 8% ai partiti non coalizzati. Le alte soglie di sbarramento, per ammissioni degli stessi leader Renzi e Berlusconi un modo per diminuire il potere di veto dei piccoli partiti.

Tra i possibili esclusi da questa nuova legge elettorale potrebbero esserci, per esempio, il Nuovo Centrodestra di Alfano, che sarebbe così punito con la distruzione da parte di Berlusconi. Una vera vendetta quella dell’ex premier contro l’attuale vicepremier, reo di aver abbandonato il partito quando si voleva abbattere il governo.

La volontà di ‘vendetta politica’ si evince dal modo in cui è stata condatta la trattativa tra Forza Italia e Partito Democratico. Assolutamente intoccabili, per Verdini e Berlusconi, con il beneplacito di Renzi, le liste bloccate. Stessa situazione per le soglie di sbarramento, che potrebbero al massimo essere abbassate al 4%, dando ossigeno ad Alfano e agli altri piccoli partiti. Ma questo eventuale abbassamento dello sbarramento potrebbe essere fatto solo nel caso in cui Alfano ‘torni all’ovile’ e accetti la leadership di Berlusconi su tutto il centrodestra. Sulle liste bloccate e sullo sbarramento alto Berlusconi ha posto un veto: se si prova a toccare questi due punti l’accordo salta e per Renzi sarà tutto più difficile.

Da Forza Italia arrivano anche comunicati e parole di apprezzamento per Renzi, elogiandolo per la posizione che riesce a tenere nel PD nonostante le accuse di aver resuscitato Berlusconi.

Francesco Di Matteo

Condividi su

Speciale immigrazione

Immigrazione in Italia

Quanto conosci Donald Trump? Clicca sul suo volto e fai il quiz!

Quiz Donald Trump

Termometro delle voluttà

Mai dire Mao

Mai dire Mao

Guerra economica con la Francia

Guerra economica con la Francia

Acquisizioni francesi in Italia

Tutte le elezioni del 2017

Una grafica interattiva che mostra tutte le elezioni del mondo nel 2017

Nipoti di Maritain

Nipoti di Maritain

articolo scritto da:

8 Commenti

  1. Fabio Guidi ha scritto:

    SI puo’ sempre anche dire che Renzi mette in difficoltà’ Alfano. Perché il Renzi dovrebbe aiutare Alfano?

  2. Paolo Iacono ha scritto:

    Berlusconi è contro il voto di preferenza per due motivi: Vuole essere sempre lui a nominare i suoi parlamentari – vuole evitare la raccolta dei voti fatta porta a porta….a chi potrebbero chiedere il voto Verdini, Capezzone la Santanchè etc etc?

  3. Roberto Allori ha scritto:

    È tutta una farsa……Alfano e Renzie sono d’accordissimo con Silvietto sveglia

  4. Ciro Pocobello ha scritto:

    i traditori fanno sempre una brutta fine GIUDA .

  5. Oddone Pozzato ha scritto:

    ma se lo ha fondato berlusconi il partito di alfano x recuperare i voti di DX

  6. Lombardi Francesco ha scritto:

    Angelino facci sognare aggiungendo la preferenza alla nuova riforma elettorale targata Renzi & C.

  7. Alessandro Nizzoli ha scritto:

    Ma dai, ė la solita presa indica giro. Complimenti al MEGAPORCELLUM Renzi/Berlusca.

  8. Lorenzo Sassi ha scritto:

    ALFANO vedrai che mazzolata ti prenderai alle prox elezioni

Lascia un commento