Movimento sovranista: opportunità o ennesima occasione persa?

Movimento sovranista: opportunità o ennesima occasione persa? Sebbene i dissapori all’interno del Partito Democratico occupino gli spazi principali del dibattito, un altro episodio ha suscitato particolare interesse fra opinionisti, analisti e vari addetti ai lavori: lo scorso sabato, a Roma, è stata presentata l’istanza costitutiva del “Movimento Nazionale per la Sovranità”, dalle vive voci di Gianni Alemanno e di Francesco Storace, che tramite la fusione dei rispettivi simboli de “Azione Nazionale” e “La Destra”, hanno dato vita ad una singola realtà partitica, la cui ragione sarà calamitare consensi dei cultori di quella tanto chiacchierata Destra Sociale, la cui dipartita venne registrata con il decesso di Giorgio Almirante sul finire degli anni ’80. Movimento sovranista: opportunità o ennesima occasione persa? L’idea di partenza del neo sodalizio Alemanno-Storace poggia su tematiche abbastanza in voga fra il comune sentire della base popolare: ripristino della sovranità assoluta – che riguardi autonomia politica, economia e monetaria -, tutela dell’identità e delle tradizioni, priorità ai territori e alle comunità locali. Sui criteri fondativi, dunque, qualsiasi obiezione sarebbe forzata, data la grande notorietà della corsa all’autodeterminazione, divenuta propria di buona parte dell’offerta politica nostrana nelle recenti annate. Utile, invece, sarebbe chiedersi che tipo di vantaggi possa apportare... View Article