•  
  •  
  •  
  •  
  •  

pubblicato: mercoledì, 19 febbraio, 2014

articolo scritto da:

Consultazioni, Renzi scioglie la riserva sabato E su Grillo “Con lui incontro imbarazzante”

premier incaricato matteo renzi

Matteo Renzi lavorerà domani a “un documento programmatico che sia il più concreto possibile e capace di avvicinarci al semestre europeo con una serie di riforme concrete”. Poi sabato scioglierà la riserva e lunedì andrà alle Camere a illustrare il programma. Renzi ha elencato le riforme: “Taglio ai costi della politica, riforme costituzionali nel mese di marzo, poi il mondo del lavoro ad aprile, a maggio il fisco e la Pubblica amministrazione e poi tutti i temi legati alla organizzazione della giustizia”. Il premier incaricato ha sottolineato il fatto che bisognerà “arrivare a luglio con l’appuntamento del semestre in modo da raccontare cosa l’Italia chiede all’Europa e non cosa l’Europa vuole dall’Italia”. Sempre a luglio verrà discussa la riforma della giustizia. Renzi ha poi parlato delle consultazioni giudicando positivo l’incontro avuto con Alfano e il Ncd. Sull’incontro con Grillo il segretario del Pd ha detto: “Mi aspettavo qualcosa di più, soprattutto per lui”. “Vedevo le facce imbarazzate dei suoi che gli erano accanto quando provavo ad entrare nel merito. Vorrei abbracciarli ad uno ad uno – ha detto ancora Renzi rivolgendosi agli elettori 5 stelle- nonostante il vostro capo non abbia desideri, scappi”. Infine, riferendosi anche agli ultimi episodi accaduti in Parlamento, “temo -ha concluso il premier incaricato- stia succedendo qualcosa che mi dispiace innanzi tutto per loro”. In serata Renzi ha incontrato il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano per riferirgli quanto rilevato durante le consultazioni.

Alfano all’economia – A proposito del nuovo Governo Renzi gira con insistenza una voce per cui il prossimo ministro dell’economia possa essere Angelino Alfano. Commenta l’indiscrezione un altro esponente del Nuovo Centrodestra. Mario Baccini: “l presidente incaricato, Matteo Renzi, sta cercando, fin dall’inizio del suo mandato un ministro dell’economia politico. L’opinione pubblica in questi giorni ha potuto constatare quale interesse i ‘cosiddetti poteri forti abbiano manifestato proprio su questo dicastero. Io credo che l’unico uomo politico, allo stato, che possa essere autorevolmente proposto a tale incarico è Angelino Alfano: moderato, qualificato e soprattutto attento alla condizione sociale del Paese. L’unico che potrà svolgere nei confronti dell’Europa e per l’Italia il presidio necessario contro derive populiste e di svilimento del grande ruolo del nostro Paese e sono certo sarà anche apprezzato da Silvio Berlusconi e Mario Draghi. Naturalmente con tale incarico Ncd si potrebbe sentire, a mio parere, completamente e qualitativamente rappresentato”.

L’incontro con Visco – Nel pomeriggio Renzi ha incontrato il governatore della Banca d’Italia Ignazio Visco. Sui contenuti dell’incontro non sono state diffuse note ufficiali, ma secondo fonti accreditate citate dall’agenzia Asca, Renzi e Visco avrebbero toccato anche il problema del ministero dell’Economia e il governatore avrebbe insistito sulla necessità di una continuità alla guida del ministero. Visco, in sostanza, auspicherebbe la conferma di Fabrizio Saccomanni, che è ex direttore generale di Bankitalia, a capo del dicastero ‘chiave’ del governo, come auspica il presidente della Bce Mario Draghi.

consultazioni renzi

Santanchè “Terrorizzata da ipotesi Renzi fino al 2018” – Santanchè di Forza Italia: “Quando si sente parlare di un governo che deve andare avanti fino al 2018, mi viene in mente il governo Letta. Sono terrorizzata perchè è sempre un problema di contenuti, non di contenitori”. I dubbi di Daniela Santanchè sul prossimo governo Renzi: “Non vedo cosa possa cambiare Renzi con la stessa maggioranza che aveva Letta per cui non ho nessun tipo di aspettativa nei confronti del nascente governo”.

Berlusconi “Riforme in 120 giorni” – Dopo le consultazioni Berlusconi comunica ai giornalisti di aver dato ampia disponibilità al premier incaricato Matteo Renzi di approvare le riforme. Berlusconi chiede che siano approvate le riforme a partire dalla legge elettorale “senza possibilità di modifiche”. Il leader di Forza Italia si è soffermato sulla necessità di “introdurre l’elezione diretta del presidente del consiglio”.

Roberto Speranza, a nome del Partito Democratico, ha spiegato “siamo per un governo di svolta”. Speranza: “Abbiamo svolto un colloquio assolutamente positivo con Renzi molto impegnato e determinato per provare a costruire un Governo di svolta. A Renzi abbiamo espresso la condivisone del Pd rispetto a sfida che ha davanti”.

Streaming Renzi-Grillo – Più che una consultazione, l’incontro tra Matteo Renzi e Beppe Grillo è stato un incontro di boxe con i due pugili a darsele di santa ragione. Il leader del M5s ha messo in chiaro subito una cosa con il premier incaricato. “Non do fiducia a te non per te come persona, ma per quello che rappresenti. Tu non sei credibile. Tu sei giovane ma anche molto vecchio. Rappresenti le banche”. Pronta la risposta di Renzi “Non sei mai stato democratico. Esci da questo blog, da questo streaming, qui c’è il dolore della gente”. Poche battute poi, solo un monologo del comico. L’incontro termina con un nulla di fatto.

 

Grillo capodelegazione M5S ai giornalisti – Beppe Grillo ha affrontato i giornalisti con lo stesso piglio con cui ha colloquiato col premier incaricato. “Siamo al settantesimo posto della libertà di informazione. Voi giornalisti siete parte del problema”. “Il voto della Rete sulle consultazioni “è l’esempio di democrazia a cui voi non credete. A me non interessa colloquiare democraticamente con un sistema che voglio eliminare. Sono venuto qui solo perchè me l’hanno chiesto. Io posso sbagliare e dire parolacce, ma intellettualmente mi sento a posto”.  “Noi siamo agli antipodi – dice – rispetto a questi qui”. Poi accusa Renzi di aver fatto “copia e incolla del nostro programma. Ma il problema è chi le dice le cose, la credibilità” conclude il leader dei Cinque Stelle.


Speciale immigrazione

Immigrazione in Italia

Guerra economica con la Francia

Guerra economica con la Francia

Acquisizioni francesi in Italia

Sondaggi Politici

Sondaggi politici - tutti i dati sulla fiducia di leader ed istituzioni

Speciale Pensioni

pensioni novita precoci

Termometro delle Voluttà

Giuramento della Palla avvelenata

Giuramento della Palla avvelenata

articolo scritto da: