Bollette luce, gas e acqua in ritardo: Agcom vieta la data di invio in bolletta

Bollette luce, gas e acqua in ritardo: Agcom vieta la data di invio in bolletta Data invio della bolletta Bollette luce, gas o acqua arrivano in ritardo? Per questo motivo il consumatore è tenuto a pagare di più visti gli interessi moratori per i pagamenti non puntuali? Sarebbe stato più semplice inviare una data di spedizione sulla busta della bolletta, in modo tale da valutare l’effettiva responsabilità e tutelare i consumatori? A quanto pare questo, originariamente in previsione la soluzione più semplice, non si può fare. La causa? Gli alti costi per gli operatori postali. Bollette luce, gas e acqua in ritardo: cosa dice l’AgCom Nell’Allegato A alla delibera n. 398/18/CONS e rispondendo a quanto previsto dalla Legge di Bilancio 2018, l’Autorità riteneva come soluzione maggiormente preferibile quella dell’apposizione “da parte dell’operatore postale della data di spedizione sulla busta contenente la bolletta/fattura nel momento in cui riceve la corrispondenza da inviare al recapito”. L’Agcom definiva questa soluzione come la sola in grado di fornire “la certezza della data di spedizione consentendo quindi all’utente finale di individuare più facilmente le responsabilità di eventuali ritardi nel recapito delle bollette”. Nello stesso testo, tuttavia, si faceva già riferimento a “un aggravio in termini... View Article