02/02/2018

Elezioni politiche 2018: ultimi sondaggi, la situazione a inizio febbraio

Elezioni politiche 2018: ultimi sondaggi politici, il punto a inizio febbraio

Elezioni politiche 2018: ultimi sondaggi, la situazione a inizio febbraio.

Il giorno delle elezioni politiche 2018 si avvicina sempre di più. E al contempo si avvicina il giorno in cui non sarà più possibile pubblicare i sondaggi. La campagna elettorale entra così nel suo culmine, quando manca quasi un mese all’election day del 4 marzo. E così gli ultimi sondaggi politici possono aiutarci a tracciare uno scenario piuttosto chiaro di quale sia lo scenario attuale. E da quale parte virino le intenzioni di voto dell’elettorato italiano. Diamo uno sguardo agli ultimi sondaggi politici elettorali e facciamo così il punto della situazione a inizio febbraio.

Elezioni politiche 2018: centrodestra sempre forte, ma…

Il sondaggio Tecnè per Matrix elaborato tra il 22 e il 23 gennaio evidenzia come sia Forza Italia il vero elemento trainante del centrodestra. In un mese, il partito di Silvio Berlusconi ha guadagnato lo 0,8% dei consensi; anche più del Movimento 5 Stelle (+0,5%), mentre continua la caduta libera del PD (-0,7%), compensata dai favori per +Europa (+1,7%).

Interessante l’ultimo sondaggio Index Research per Piazza Pulita, che ha denotato come in una settimana il M5S abbia perso lo 0,5% attestandosi al 27%. Stabile la coalizione di centrosinistra (27,9%), mentre il centrodestra continua la sua prova di forza guadagnando 0,3 punti percentuali e portandosi al 37,3%; soprattutto grazie a Forza Italia (+0,2%) e Noi con l’Italia (+0,6%).

Completamente opposto lo scenario elaborato dal sondaggio settimanale SWG, che mostra un calo del centrodestra e un recupero del centrosinistra e del M5S. In particolare, tra le file della prima coalizione perdono tutti tranne Forza Italia, con il totale delle preferenze che si attesta al 36,7% (-0,5% rispetto alla settimana precedente). Importante balzo in avanti per la coalizione PD (28,1%), che guadagna 0,8 punti percentuali in 1 settimana, grazie anche alle performance di PD (+0,4%) e +Europa (+0,3%). Cresce di mezzo punto percentuale anche il Movimento 5 Stelle, che si porta così al 27,8% dei consensi.

Anche l’Istituto Piepoli dà respiro al Partito Democratico. anche grazie alla spinta di +Europa. Le altre due certezze della settimana sono le seguenti: M5S ancora primo partito italiano e Liberi e Uguali stabile al 7%. Intanto, nel Movimento fa rumore la sortita di Grillo e alcuni sondaggisti sono disposti a scommettere su cali dal 3% al 5% per il M5S.

Elezioni politiche 2018: ultimi sondaggi, M5S sempre il primo partito

Un sondaggio Demos per La Repubblica ha rilevato il calo di M5S (-0,7%, al 28%) e PD (-2%, al 23%). Il Movimento resta però sempre il primo partito in Italia. Così come il centrodestra, nonostante il calo della Lega (-0,2%, al 12,8%) si fa trainare da Forza Italia (+0,6%, al 15,8%) e Fratelli d’Italia (+0,4%, al 5,2%) verso un primato sempre più consolidato.

L’ultimo sondaggio Ipsos per il Corriere della Sera premia ancora una volta il Movimento 5 Stelle, che cresce di 0,6 punti percentuali e arriva a sfiorare il 30%. Male il PD, che scende al 22,7%, mentre Forza Italia si avvicina al 17% rafforzando la coalizione di centrodestra.

Anche l’ultima rilevazione Ixè per Huffington Post denota un importante calo per il PD (-0,5%, al 21,8%). E al tempo stesso registra il boom per il Movimento 5 Stelle (+1,4%, al 29,2%).

Nonostante i grandi numeri, la realtà viene mostrata dai sondaggi Euromedia-Piepoli presentati a Porta a Porta, che risultano lapalissiani. A oggi nessuno avrebbe i numeri sufficienti per governare.

Elezioni politiche 2018, sondaggi politici: PD risale a inizio febbraio

Con gli ultimi sondaggi rilasciati tra fine gennaio e inizio febbraio, lo scenario comincia a cambiare. L’ultima rilevazione Lorien registra il calo del M5S (-0,7% in 15 giorni) e la crescita del PD (+0,6%). Ciononostante, per gli elettori italiani sarà sempre il centrodestra a vincere le prossime elezioni. Almeno così ha risposto il 44% del campione intervistato da Eumetra.

Tuttavia, a testimoniare la ripresa del Partito Democratico ci ha pensato anche l’ultimo sondaggio Emg per La7, che ha segnato un calo della coalizione di centrodestra (-0,2%, al 37,5%) e una crescita del centrosinistra (28,7%), con PD e +Europa che guadagnano entrambi 0,3 punti percentuali. In calo di mezzo punto percentuale il M5S (26,5%).

Tecnè la pensa diversamente e registra un calo del PD (-0,2%, al 22,2%) e una crescita di Lega (+0,3%, al 12,8%) e Movimento 5 Stelle (+0,4%, al 27,8%).

Infine, l’ultimissimo sondaggio Index per Piazza Pulita segna positivo per la coalizione di centrosinistra (+0,4%, al 28,3%), nonostante il calo del PD (-0,2%, al 23,8%).

Tra i leader più apprezzati, un sondaggio Emg per la Rai mette al primo posto ex aequo Di Maio e Gentiloni al 30% delle preferenze. Mentre sul gradino più basso del podio troviamo Matteo Salvini al 25%. Solo quarto l’altro Matteo, Renzi, al 23% dei consensi.

Elezioni politiche 2018: ultimi sondaggi politici, conclusioni

Gli scenari mutano, ma non radicalmente. Spesso le differenze di percentuale sono sottili e quasi non si vedono. Ma alcune certezze restano invariate e su questo la maggior parte dei sondaggi politici sono concordi. Il centrodestra cerca di mantenere il primato, trainata soprattutto dai consensi per Forza Italia e dalla figura di Salvini. Il Movimento 5 Stelle contrasta le problematiche vicissitudini legate a parlamentarie e a Grillo, ma non perde quasi mai oltre il mezzo punto percentuale, restando quindi piuttosto stabile. Partito Democratico sulle montagne russe, ma la coalizione regge e cresce da fine mese anche grazie all’apporto di +Europa e Insieme.

SEGUI TERMOMETRO POLITICO SU FACEBOOK E TWITTER

PER RIMANERE AGGIORNATO ISCRIVITI AL FORUM