Indipendenza Catalogna: Carles Puigdemont è sempre un passo avanti

Indipendenza Catalogna: Carles Puigdemont è sempre un passo avanti. Tutto ciò che aveva promesso, si è realizzato. È il Machiavelli della politica europea. È l’uomo del momento. Il palcoscenico della politica europea ha i riflettori puntati sull’ormai ex presidente della Generalitat catalana, Carles Puigdemont. “Allievo” di Artur Más, Puigdemont è riuscito – per ora – a mantenere le principali promesse fatte in campagna elettorale: celebrare un referendum sull’indipendenza e rispettare la volontà sancita dalle urne. Dopo aver compiuto la sua missione, con una mossa teatrale, si è auto-esiliato a Bruxelles. Puigdemont vuole internazionalizzare il conflitto e assicura che non tornerà a Barcellona fino a quando non avrà le garanzie necessarie. L’idea di una richiesta d’asilo si fa sempre più concreta. Una mossa che lasciato basiti giornalisti, avversari politici e alleati. Tuttavia, Poche ore dopo, i più importanti esponenti del Govern (incluso il vicepresidente della Generalitat, Oriol Junqueras) venivano arrestati. Puigdemont evita il carcere e, di rimando, la giudice Lamela (responsabile del caso catalano) chiede un mandato di cattura internazionale. La tattica di lasciare preventivamente il Paese sembra dare ragione, per l’ennesima volta, a Carles Puigdemont. Ma questa è solo l’ultima azione intrapresa con spirito machiavellico dall’ex President della Generalitat. Indipendenza Catalogna: Carles... View Article