Lavoro ICT, in Italia non è cosa da giovani, è record negativo di under 34 – infografiche

Condividi
  •  
  • 14
  •  
  • 54
  •  
  •  
    68
    Shares

Lavoro ICT, in Italia non è cosa da giovani, è record negativo di under 34 – infografiche

L’Italia ha un grosso problema con l’alta tecnologia e tutto il settore ICT in generale e un altro con i giovani.

I dati delle seguenti infografiche lo dimostrano chiaramente.

Perchè non siamo solo tra i Paesi in cui ci sono meno occupati nell’ICT. Non solo quello in cui ci sono meno laureati che a lavorano nell’alta tecnologia, ma anche quello in cui questi lavoratori sono i più vecchi.

Abbiamo voluto, tramite dati Eurostat, osservare come i Paesi europei si dividono in base all’età dei dipendenti del settore ICT.

Le differenze sono enormi. Nell’Est Europa quelli con meno di 34 anni superano il 40% quasi ovunque. E sono oltre il 50% in Polonia, Lettonia, Lituania, addirittura al 65% in Turchia.

A Ovest le cose cambiano, la proporzione di giovani è tra il 33% e il 36% in Francia, Spagna, Germania, Belgio, Regno Unito. Eccezione l’Italia in cui solo il 24,5% è tra i 15 e i 34 anni

 

E’ naturale che Paesi con economia emergente abbiano moltissimi giovani in questo settore. Si tratta spesso di aziende fondate da poco, sedi estere di multinazionali. E poi a Est una certa preparazione universitaria nel ICT è cosa piuttosto recente.

Ma l’Italia risulta anche al di sotto della media europea occidentale. Vi è una senescenza che è probabilmente prodotto di un mancato ricambio, da un lato, e dalla mancata espansione del settore ICT. A differenza di quanto avvenuto all’estero

Lavoro ICT, il rapido calo della proporzione di giovani nel settore – infografiche

Nella seconda infografica vediamo come questa percentuale di under 34 si è evoluta.

L’Italia nel 2004 aveva una proporzione di giovani nell’ICT superiore a Germania, Inghilterra e Francia, il 45% contro poco più del 40%.

Negli anni successivi però è stato un crollo di più di 20 punti, simile solo a quello spagnolo, ma in Spagna si partiva da valori più alti.

A Est le percentuali sono rimaste sostanzialmente le stesse, in Germania si è calati solo di un 5%.

Si conferma l’impressione che con la crisi siano stati i giovani e i precari a essere sacrificati, mentre sono rimasti al lavoro i più anziani, garantiti. Le minori assunzioni hanno fatto il resto

 

lavoro ICT infografiche

VISITA IL NOSTRO FORUM A QUESTO LINK

Seguici sui nostri canali Facebook e Twitter

————————————————————————————————————————————

Popolazione Europa, i Paesi dove è in crescita e dove cala di più

Scuole superiori, quanti scelgono l’istruzione professionale in Europa

Immigrazione, tutti i dati, i nuovi permessi non sono più per lavoro, ma per ricongiungimenti familiari

Debito pubblico, chi lo detiene in Europa?

Mortalità Italia, il titolo di studio fa la differenza

Infografiche del Termometro

Omicidi Europa, l’Italia tra i Paesi più sicuri

Tasso di occupazione in Italia, come è cambiato in 12 anni 

Immigrazione, di quanto aumentano i nati figli di stranieri in Italia

Il ritorno dell’inflazione, +2% in Italia, e altrove?

Infografiche del Termometro

Economia Europa, come vanno i consumi al dettaglio? Italia ancora sotto i livelli del 2010

Disoccupazione in Europa, cosa è cambiato in questi anni 

Prezzi delle case, Italia ultima in Europa, tutti i dati 

Consumo di alcol in Italia, le mappe di dove si beve di più 

Consumo di alcool, cosa è cambiato tra il 2006 e il 2016

Vacanze,  come si muovono gli italiani? L’auto rimane regina

 

 

 

 

 

 

 

Economia